UNISCA

Coordinamento della filiera del Settore Creativo, dello Spettacolo e delle Arti Performative.

Dove sei: Homepage > RETE > UNISCA

In alto da sinistra 
Claudio Formisano di CAFIM, Franco Silvestri di ARIACS, Claudio Trotta di SLOW MUSIC, Tania Borelli di ITAL SHOW, Giuseppe Boron di FNAS, Marco Olivieri di SHOWNET, Massimo Pontoriero di MIA, Luigi Fontana Sbriccoli di UNA, Andrea Marco Ricci di CAM
 

 Bologna, martedì 12 ottobre

È nata UNISCA, l'Associazione che rappresenta l'intera filiera dell'arte performativa e della creazione artistica! 

A.M.A.M.I, ARIACS, CAFIM - Confederation of European Music Industries, Coordinamento delle Associazioni dei Musicisti – CAM, Federazione Nazionale Il Jazz Italiano - IJI, FNAS, Forum Nuovi Circhi, Italshow, MIA – Musica Indipendente Associata, Shownet, Slow Music ETS, UNA sono le  12 associazioni hanno dato vita a questo organismo.


Durante la pandemia abbiamo avuto modo di incontrarci e di scambiare opinioni e idee sul mondo dell'arte e della creazione artistica,  di analizzarne tutti gli aspetti e tutti gli attori che ne fanno parte. Coinvolgendo tutti e non escludendo nessuno abbiamo cercato di capire e mettere assieme tutte le figure professionali e non che contribuiscono a fare sì che tutta la filiera funzioni, esista e sia rappresentata. Nessuno deve essere dimenticato o lasciato solo, perché ogni pezzettino ha importanza uguale, dall'arte di strada alle eccellenze musicali

L'Associazione: 

- è un luogo di libero scambio di idee, progetti e proposte concrete per la filiera dell’intero Settore, una manifestazione visibile del mondo delle professioni, delle attività associative e di impresa, nonché della valorizzazione della fruizione dei contenuti prodotti dal Settore.
L’Associazione è uno spazio indipendente di aggregazione, che alimenta e sostiene l’identità culturale e le autonomie artistiche e organizzative delle realtà territoriali del nostro Paese, maturato nella consapevolezza dell’appartenenza ad un unico sistema interdipendente produttivo, con ruoli diversi ma ognuno necessario agli altri.

- è un osservatorio permanente volto a monitorare, analizzare e documentare la realtà individuando opportunità, limiti, distorsioni del Settore come le pratiche illegali e l’abuso di posizioni dominanti.

- valorizza le competenze, le diversità, il pluralismo, la qualità, la maestria, la creatività, la professionalità, attraverso la formazione e attraverso il confronto tra le esperienze, con il principio di consentire l’accesso e la fruizione dell’espressione artistica nelle migliori condizioni, così che diventi arricchimento umano personale e sociale, accresca le capacità culturali e generi uno spirito emulativo positivo.

- è voce e strumento per veicolare e rappresentare autorevolmente, nel confronto con le Istituzioni, proposte di sintesi tra le realtà di tutta la filiera del Settore, siano esse finalizzate ad una riforma strutturale del sistema, o all’assunzione di provvedimenti specifici.

L’etica che l’Associazione promuove comprende trasparenza, equità, solidarietà, indipendenza, rispetto, lealtà, con la finalità di offrire alle nuove generazioni una realtà dinamica e plurale di pari opportunità.

Questo è l'inizio di una storia che ha visto FNAS fra i soci costitutori, siamo convinti di essere sulla strada giusta con i giusti compagni di viaggio. In attesa che molti altri si aggreghino, partiamo. Abbiamo davanti la riforma del settore. Noi ci siamo!

Viva Unisca!

Articolo di Giuseppe Boron, Presidente Fnas.

 

 

PRIMO COMUNICATO STAMPA DI UNISCA